TRAFFICO STRAORDINARIO A PESCANTINA …. COME E’ ANDATA A FINIRE ?

 
5 Kudos
Don't
move!

I problemi di viabilità e mobilità alternativa sono rimasti gli stessi. Ma quale erano i propositi e cosa si è fatto fino ad oggi?

-
A Pescantina il traffico è assolutamente straordinario, un problema che si sta’ rivelando sempre  piu’ strutturale, dovuto sia a mancanza di alternative all’uso dell’auto, sia di un efficace piano della mobilità che manca, praticamente da Sempre.

Ormai parte integrante della vita urbana, crea una infinità di problemi e nuoce alla salute, provoca inquinamento da PM10 mai efficacemente misurato nel nostro paese.

viabilita-pescantina-_4Ed i costi economici ? si è calcolato che in Italia ogni famiglia spende in media per l’auto circa 5.000 Euro, tuttavia le alternative all’ utilizzo  sono spesso poco appetibili. Il problema del trasporto pubblico e della mobilità ciclabile, non sempre ha avuto da parte degli amministratori locali l’attenzione che il problema merita e non solo per mancanza di risorse.

COME E’ ANDATA A FINIRE ?

Cinque anni fa’ esatti,  lo avevamo chiesto a tutti i candidati sindaci che in quella primavera del 2014 si davano battaglia a suon di proclami, su cosa si sarebbe dovuto fare a pescantina per la mobilità.

E lo avevamo chiesto  anche a Luigi Cadura, che poi sarebbe diventato il Sindaco del paese, che così ci aveva risposto:

R:

Bisogna provvedere ad una manutenzione straordinaria di tutta l’attuale viabilità. In questi anni, ahime! Il discorso è stato molto trascurato. Troppe buche sono visibili nel manto stradale, pericolose per gli utenti che quotidianamente percorrono le nostre strade. Abbiamo dei validi progetti per rivedere il piano viabilità, riducendo la velocita’ in centro storico e dove ci sia bisogno. Nelle vie piu’ trafficate come Via Brennero , Viale Verona dei percorsi pedonali protetti.

ecc. ecc., se vi interessa potete leggere il seguito qui

Un po’ viene da sorridere rileggendo le dichiarazioni, le strade di oggi, non sono forse migliori di quelle di 4 anni fà, ma sulla pianificazione del traffico automobilistico, delle piste ciclabili, della sicurezza delle strade, come valutare la percezione ad oggi ?

E quale erano le intenzioni esplicitatate nel programma elettorale dell’ allora Sindaco e del Gruppo vincitore Pescantina Democratica, sul tema VIABILITA’ ?

viabilita-programma-elettorale

 

viabilita-pescantina-_2

 

Sebbene una timida iniziativa,  da parte dell’assessore competente è stata portata avanti qualche tempo fa’, con un interessante sondaggio che recitava:

Appare evidente infatti che i mezzi circolanti nel territorio urbano pescantinese siano di gran lunga superiori rispetto ai residenti, quindi grossa fetta del traffico veicolare transita dal centro abitato solo per comodità nell’avvicinarsi alle proprie abitazioni, portando esclusivamente smog e nessun valore aggiunto alle imprese territoriali.

Di seguito il link del sondaggio: http://www.ilpescantinese.it/ilpescantinese-cinque-domande-ai-candidati-sindaco-3/
( per i curiosi tutto l0′articolo potete leggerlo qui:  http://www.ilpescantinese.it/questionario-sul-traffico/ )

..nulla di piu’.

In buona sostanza possiamo dire che non si è fatto altro e per di piu’ di quel sondaggio che io sappia, non ne sappiamo un granchè nè abbiamo avuto la percezione che sia stato utilizzato per pianificare una valida risposta al problema della mobilità del nostro paese.  Ma ben lieti di essere smentiti e di ricevere qui una comunicazione in questo senso.

Risultati ? No si sà .

COSA FARE ?

Forse il problema non stà solo e tutto nell’ incapacità di affrontare le situazioni ( e di andare a gestirle ), ma sicuramente anche in quella che è stata e senza ombra di dubbio, una cattiva pianificazione urbanistica ( degli ultimo 20 anni ) , che non ha tenuto conto del legame tra territorio-esigenze e trasporti.

viabilita-pescantina-_1

Nella Valpolicella e a Pescantina in cui si osserva una totale schizzofrenia del sistema della mobilità,  non si può fare a meno di attribuire infatti, delle responsabilità alla cattiva pianificazione urbanistica.

Da decenni,  si registra uno scollamento tra politiche del territorio, pianificazione urbana e politiche dei trasporti e delle infrastrutture.

Mancano le idee, le competenze, la massa critica che si è assuefatta alla poltrona, o si è ritirata a vita privata, o nelle stanze della politica e quindi il problema si risolve solo se chi amministra è lungimirante e si dota di un Bilancio Ambientale e Sociale della Mobilità per esempio, cioè si impegna e raccoglie tutti i dati inerenti la situazione della mobilità e i danni da essa generati (inquinamento ambientale ed acustico, incidentalità, costi sanitari indotti, consumo di energia del settore, congestione, costi economici, altro) per avere in questo modo e davvero, una chiara visione d’insieme del problema per pianificare efficacemente gli obiettivi e le strategie da raggiungere.

viabilita-pescantina

 

Ref. e Link

. https://www.bresciamobilita.it/il-gruppo/bilancio-sociale#
http://www.ilpescantinese.it/ilpescantinese-cinque-domande-ai-candidati-sindaco-3/
https://pescantinavirtuosa.files.wordpress.com/2016/11/programma_pescantina_democratica.pdf
http://old.comune.pescantina.vr.it/dms/edilizia_documenti/Peba/persentazione_PEBA_06042017.pdf.

 

Print Friendly

Comments are closed.