Realizzazione di un progetto di messa in sicurezza si opere pubbliche tramite accesso ai fondi per gl utenti locali di cui alla legge di bilancio

 
1 Kudos
Don't
move!

Riceviamo pubblichiamo …

Il 10 Gennaio 2019 il Capo del Dipartimento degli Affari Interni e Territoriali del Ministero dell’ Interno ha adottato il Decreto che attribuisce ai Comuni italiani fino a 20.000 abitanti fondi per interventi straordinari per un importo complessivo di 394.490.000 Euro.

Gli investimenti oggetto del contributo devono riguardare opere di messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale non interamente finanziate da altri soggetti e aggiuntive rispetto a quanto previsto nella prima annualità del piano triennale delle opere pubbliche di cui all’articolo 21 del Dlgs n.50 del 2016 (comma 108).

Il Comune è tenuto ad avviare i lavori entro il 10 Maggio 2019 (comma 109). L’erogazione del contributo di 100.000 euro (comma 110) è previsto in due tranche: il 50% alla verifica dell’avvio dei lavori tramite sistema di monitoraggio BDAP-MOP (comma 112) e il restante 50% a seguito di trasmissione al Ministero dell’Interno del certificato di collaudo o del certificato di regolare esecuzione rilasciato dal Direttore dei Lavori come da articolo 102 del codice degli appalti.

In virtù di tutto ciò, a seguito di alcune indiscrezioni lasciate trapelare, sembrerebbe che il Comune di Pescantina sia propenso a destinare tali fondi, oltre che per l’adeguamento della centrale termica della scuola di Balconi (38.000euro), per la sistemazione dello steccato presente sul tratto di pista ciclabile di Settimo (62.000euro!?!).

Se così fosse, il Consigliere pentastellato Samuele Baietta, sembrerebbe pronto ad esprimere le sue forti perplessità in merito al tipo di intervento scelto dall’Amministrazione del Sindaco Cadura, in quanto avrebbe ritenuto più opportuno destinare primariamente tali fondi alla rimozione delle barriere architettoniche presenti nelle scuole elementari del paese, fonte di grande disagio peri bimbi portatori di disabilità e per tutto il corpo insegnante che quotidianamente deve adoperarsi nel tentativo di agevolarli nella normale frequentazione delle aule.

In via residuale, nell’eventualità dovessero essere ancora disponibili fondi, il Consigliere 5S suggerisce caldamente di risolvere l’annosa questione delle buche che da anni caratterizzano in modo fortemente negativo il manto stradale di vaste zone del Comune.

100000milaeuro

Print Friendly

Comments are closed.