Programma elettorale M5S Pescantina

 
3 Kudos
Don't
move!

In attesa di vederli nelle varie tappe elettorali presso le frazioni di Pescantina, il Movimento 5 Stelle ha redatto un lungo ed articolato programma che andiamo  a vedere nei punti principali e di maggior interesse:

AMBIENTE

DISCARICA
Positiva è la conferma anche di questi giorni della possibilità di firma dell’Accordo di programma per la bonifica e messa in sicurezza della discarica di Cà Filissine da parte del Ministero dell’Ambiente, Arpav e Regione del Veneto e quindi dell’arrivo del finanziamento di circa 65 mln di euro.
Procedere in questo senso è la ‘conditio sine qua non’ per poter immaginare una Pescantina del futuro.

INDAGINI
- Epidemiologica
Per una reale e auspicata realizzazione sarà oggetto di supervisione il progetto di Indagine epidemiologica consegnato dall’Università di Verona al Comune nel settembre 2016. Il progetto è stato finanziato dal Comune nel 2018 e la realizzazione è prevista nel 2019.
- Elettrosmog
E’ intenzione del M5s di Pescantina promuovere un’indagine che possa permettere una mappatura dell’elettrosmog, anche in vista di future installazioni di reti ‘5G’. Questo per permettere una maggiore e più generale consapevolezza sugli eventuali rischi che tale tipo di inquinamento può provocare alla salute dei cittadini e poter quindi scegliere informati.

DIGHE
E’ dei giorni pre pasquali la notizia espressa dalla Commissione regionale di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) di parere negativo sui progetti di costruzione delle due dighe di Settimo e Arcè: è per noi una importante decisione a favore dei cittadini, del territorio e della sua tutela paesaggistico-ambientale che speriamo sia confermata dalla Regione Veneto.

CAVE
L’aumento delle richieste per l’utilizzo delle Cave presenti sul territorio per il riciclo di rifiuti ci preoccupa.
Non è questo il futuro che immaginiamo di Pescantina. I risultati di ‘sospensione’ finora raggiunti e anche da noi fortemente voluti, ci fanno ben sperare per il futuro.
STOP AL CONSUMO DEL TERRITORIO
Pensiamo che si possa far fronte al consumo di territorio con il ‘sistema della compensazione preventiva’, ossia naturalizzando a cubatura verde quanto destinata ad area edificabile e privilegiando il restauro e la riqualificazione di aree già edificate e storiche con opportune agevolazioni per le ristrutturazioni effettuate seguendo criteri di risparmio energetico.

SVILUPPO

IMPRESE
- Potenziare lo sportello per le imprese e a sostegno delle realtà economiche e imprenditoriali locali: digitalizzazione di supporto, consulenza su finanziamenti pubblici e opportunità legale al territorio.
- Fare uno studio di fattibilità per la concessione di incentivi e riduzioni delle imposte comunali anche legati allo sviluppo di comportamenti virtuosi in ambito ecologico, di risparmio energetico e innovativo.
- Individuare spazi per la concessione a prezzi competitivi del cosiddetto “job-sharing”.

MERCATO
- Studio di fattibilità per mercato ortofrutticolo stabile e per un potenziamento del “Mercato a km0”.

TURISMO
Pensiamo che il futuro di Pescantina debba intendersi sempre più in senso turistico.

Un ripensamento del Centro storico (piazza San Rocco e lungadige) mediante appositi ‘studi di fattibilità’, potrebbe portare ad una decisa e maggiore valorizzazione sia per la loro vocazione storico-turistica.

ENERGIE RINNOVABILI
Il riferimento principale per noi è il progetto del Reddito energetico in corso di sviluppo nel Comune di Porto Torres in provincia di Sassari sviluppato insieme al Gse (Gestore dei servizi energetici).
E’ un progetto che mira alla riconversione energetica, ad aiutare a livello sociale e a stimolare la condivisione delle risorse.
I cittadini si sono visti installare i pannelli a costo zero risparmiando qualche centinaio di euro l’anno e alimentando il fondo comunale.

SICUREZZA
Pensiamo sia da promuovere l’azione attiva e partecipata del così detto ‘controllo del vicinato’ in coordinamento e collaborazione con le forze dell’ordine.
Il controllo del territorio potrà essere potenziato con l’ ottimizzazione e il miglioramento della gestione delle Telecamere presenti sul territorio per poter registrare gli accessi al paese.

SOCIALE
Come “Movimento 5 Stelle Pescantina” sarà nostra priorità cercare di agire, più in generale, nello stimolare e favorire le iniziative spontanee e autorganizzate di gruppi di cittadini uniti dalle stesse esigenze,
ricorrendo al volontariato, quale strumento solidaristico, onde promuovere e intensificare i rapporti sociali tra i cittadini.

SERVIZIO DI ASCOLTO PER I CITTADINI E LE FAMIGLIE
Il Servizio che si intende svolgere vuole essere ad ampio respiro, vale a dire riferito all’Infanzia, ai Giovani, agli Adulti, agli Anziani e alle Famiglie.
Esso si ripropone, con le risorse a disposizione, di essere un punto di riferimento per la risoluzione dei problemi presentati, garantendo una visione non settoriale, ma d’insieme.
Il contesto in cui viviamo come genera importanti problematiche, così può sviluppare le competenze e le capacità per poterle affrontare.

MIGRANTI
La richiesta arrivata dalla Prefettura per l’accoglienza in paese di 23 migranti ha creato una spaccatura tra la cittadinanza con sentimenti differenti, a volte vissuti più per speculazione di parte che per reale interesse per le persone ospitate e/o per i cittadini.
Visto che il problema è, come da molti definito, ‘epocale’ e non di facile risoluzione in tempi brevi proponiamo che, nel caso dovessero arrivare nuovamente richieste di intervento, le modalità da mettere in atto e che si sono rilevate più a ‘misura d’uomo’, siano quelle del ‘piccolo gruppo’ concretizzatesi nel cosiddetto modello SPRAR.

MOBILITA’
MOBILITA’ SOSTENIBILE (TRASPORTI, VIABILITA’, PISTE CICLABILI)
Ancora in tempi non sospetti (aprile 2015) avevamo rilevato e fatto presente le gravi carenze che esistono a Pescantina in termini di barriere architettoniche. La recente pubblicazione del Piano per l’eliminazione delle stesse, il cosiddetto P.E.B.A., ha evidenziato questo stato di cose.
Pensiamo che Pescantina non possa accettare una simile situazione e che si debba, all’interno di un piano più ampio, come il Piano Urbano per la Mobilità (PUM) che ancora non è consultabile, cercare di trovare i modi per aumentare le risorse messe a disposizione (attualmente solo 20.000 €/annui a iniziare dal prossimo). Anche perché rileviamo che, in alcuni casi, basterebbe solo del colore per rendere visibile, in taluni casi, una segnaletica orizzontale altrimenti inservibile.
Carenti sono anche i percorsi ciclopedonali e/o cicloturistici. A nostro avviso, a parte la stipulazione di una Convenzione con i Comuni limitrofi per la promozione del territorio denominata “Valpolicella e Valdadige in bici”, poco finora è stato fatto.
Pensiamo che ci debba essere una forte incentivazione del cicloturismo etico ed ecosostenibile, che potrebbe avvenire anche in collaborazione con la FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta).
L’ipotesi poi della costruzione di un ‘ponte tibetano’ ciclopedonale sull’Adige che ci colleghi alla ciclabile ‘Agige-Sole’, come pensa di fare anche il Comune di Dolcè per collegare le ciclabili di sinistra e destra Adige, pensiamo sia senz’altro un progetto da valutare anche per il nostro territorio anche per favorire e incentivare il transito di questa tipologia di turisti da Pescantina.
In futuro, più che ‘grandi opere’ tipo il TAC (Treno ad Alta Capacità di trasporto merci), che devasterebbero un territorio unico per i suoi prodotti e paesaggi, vedremo molto bene iniziare a fare, con gli organi competenti, una valutazione di fattibilità di ripristino di una fermata ferroviaria a Balconi per poter avere una metropolitana di superficie che ci colleghi con la città.

Studio di fattibilità per un servizio pubblico di trasporto per le frazioni verso il centro di Pescantina per

spese, farmacie, medici.

Print Friendly