Pescantina – questione immigrati: “PER UNA PRATICA E UNA CULTURA DELL’ACCOGLIENZA ” . Lettera aperta per una pubblica sottoscrizione

 
7 Kudos
Don't
move!

Riceviamo e pubblichiamo lettera firmata, di un gruppo di cittadini di Pescantina, si chiede una pubblica sottoscrizione,  in merito la questione  immigrati nel nostro comune.

Lettera aperta per una pubblica sottoscrizione

Siamo da anni coinvolti e impegnati nell’accoglienza di tutti quegli uomini, donne, bambini e anziani che sono costretti a fuggire dai loro paesi d’origine a causa di guerre (che non vogliono combattere), carestie, fame e sete (anche di giustizia).

Vorremmo che anche nel nostro paese nessuno si sentisse “straniero”. L’accoglienza dello straniero è un valore antichissimo riconosciuto in tutte le culture tradizionali e presente in tutte le maggiori religioni. E’ inoltre riconosciuta dal diritto internazionale con accordi precisi e sottoscritti dal nostro paese sotto l’egida dell’Organizzazione delle Nazioni Unite.

Crediamo che un’accoglienza ben gestita possa essere un’occasione di crescita per la nostra comunità. 

Ci dissociamo da tutte quelle manifestazioni xenofobe che sono già degenerate anche a Pescantina in veri e propri atteggiamenti razzisti (a tale proposito basti guardare cosa circola nel mondo dei social-network).

Deploriamo inoltre l’operato di quelle forze politiche che “impastano” e strumentalizzano malcontento, crisi, frustrazioni e paure irrazionali, che non hanno niente a che fare con la presenza dei profughi, ma trovano spesso espressione, coagulandosi, nel rifiuto dell’altro, nell’esclusione e nell’emarginazione del diverso, nella non accettazione dell’alterità in nome di una ricerca identitaria da tempo andata delusa.

Chiediamo a tutte le persone di buona volontà che si riconoscono in queste poche righe di sottoscriverle con nome e cognome e di diffonderle, come concreta testimonianza di un vivere civile e pienamente umano.

Adriana Fornalè
Daniela Lupi
Vincenzo Rocca
Stefano Schena

Hanno già aderito:

Zeno Rocca, Letizia Rocca, Mara Zenorini, Cristina Vattovaz, Christine Schenk, Orazio Zenorini, Angela Ferrari
Sottoscrizione aperta all’indirizzo di posta elettronica: vincescrocca@libero.it

 

Print Friendly

Comments are closed.