PESCANTINA – «Profughi: basta ostruzionismo da parte dei sindaci».

 
2 Kudos
Don't
move!

 

Dichiarazioni post incontro con prefetto Mulas

Businarolo: «Occorre cambiare norme per avere procedure più snelle»

 

«L’ostruzionismo dei sindaci verso l’accoglienza dei profughi sarà popolare, ma rischia di peggiorare le cose per tutti, cittadini compresi». È il commento che arriva da Francesca Businarolo, deputata e Manuel Brusco, consigliere regionale, entrambi per il Movimento 5 Stelle, dopo l’incontro, avvenuto questo pomeriggio, con il prefetto di Verona Salvatore Mulas. Al centro della discussione, il tema dei richiedenti asilo.

«Conosciamo bene – proseguono i due esponenti del M5S – tutte le problematiche che accompagnano l’arrivo di grossi numeri di persone, specie nei piccoli centri. Ma se si arriva a questa situazione è anche a causa del muro che oppongono i comuni. Le prefetture, che hanno l’obbligo di legge di trovare una sistemazione, si vedono così costrette a rivolgersi a privati in via emergenziale. Privati che talvolta fanno il doppio gioco: prima accettano, soddisfatti del ritorno economico, poi si oppongono spesso per timore della reazione della gente».

Un modo per migliorare le cose ci sarebbe. «È urgente una nuova disciplina che dia a tutti i tribunali, non solo alle sedi di Corte d’Appello – aggiunge Businarolo – la competenza per i richiedenti asilo. In Veneto, ad esempio, fa tutto – da solo – quello di Venezia, e la macchina è completamente ingolfata. Il risultato è che abbiamo persone che restano bloccate mesi, se non anni, negli alberghi e nelle altre strutture: una situazione che non conviene a nessuno».

«Quando lo Stato fallisce – conclude Brusco – viene a mancare il senso di sicurezza nella cittadinanza e sale il malcontento, con scene come quelle che abbiamo visto in altre zone d’Italia ed è sempre meglio evitare».

Print Friendly

Comments are closed.