PARCHEGGI ROSA: LEGGE NO, CIVILTÀ SÌ

 
2 Kudos
Don't
move!
riceviamo e pubblichiamo
I parcheggi rosa non sono certo una novità. Penso pero sia importante sensibilizzare sulla questione della sosta per le categorie più deboli
. I parcheggi rosa non sono stabiliti dal Codice della Strada, e dunque chi ne usufruisce impropriamente non è soggetto ad alcuna sanzione amministrativa. Tali parcheggi sono iniziati a comparire nel 2003 grazie alla sensibilità di alcuni Comuni – il primo è stato Barletta – ed alcuni assessori sparsi per la penisola: gli stalli rosa venivano segnalati da un cartello con il logo di una cicogna e la frase “Diamo la precedenza a chi aspetta”. Queste iniziative non hanno mai voluto assurgere a stregua di legge, ma si appellavano semplicemente al senso civico degli automobilisti
 per venire incontro alle esigenze delle donne in gravidanza.
 Purtroppo la mamma degli incivili è sempre incinta
 (per rimanere in tema), e se alcuni non si fanno problemi ad occupare i parcheggi per disabili (quelli sì “coperti” dalla legge), gli stessi si faranno ancora meno problemi ad occupare quelli rosa. Possiamo solo appellarci alla sensibilità, alla gentilezza e alla civiltà di chi è stato almeno una volta nella vita nel pancione della mamma. Quindi, TUTTI. Ecco perché la nostra richiesta di realizzazione di stalli rosa a Pescantina.

mozione-5s

Print Friendly

Comments are closed.