Ambiente: Costa, al via bonifica discarica di Pescantina. M5S Veneto, piena soddisfazione per questo grande risultato.

 
3 Kudos
Don't
move!

Riceviamo e pubblichiamo

Piena soddisfazione da parte dei componenti del M5S Veneto per quanto confermato ieri dal Ministro all’ambiente pentastellato Sergio Costa che ieri ha annunciato che prenderà il via il progetto di bonifica della discarica di Cà FIlissine a Pescantina.
Il Consigliere regionale veronese M5S Manuel Brusco, che da tempo segue questa vicenda, interviene: “ come M5S ci siamo sempre battuti a tutti i livelli per far si che il problema della discarica venisse risolto a vantaggio della salute dei cittadini e del territorio di Pescantina e della Valpolicella. Poco più di un mese fa” – continua Brusco – “ho accompagnato il Comitato Ambiente e Vita a Roma dal Direttore Generale del
Ministero dell’ambiente Maddalena Maria Gentili la quale ci aveva garantito che l'accordo di programma che disciplina le risorse stanziate e definisce le modalita' con cui il Comune potra' avvalersi di Sogesid Spa nella funzione di stazione appaltante sarebbe stato definito in tempi celeri”.

Va ricordato come la discarica di Pescantina versi in completo stato di abbandono dopo il sequestro del 2006 da parte delle autorità competenti e come il sito sia censito tra i siti contaminati del piano regionale dei rifiuti a causa della profondita' raggiunta dal percolato.

“In questi anni abbiamo assistito a innumerevoli scarica barile tra Governo” – conclude Manuel Brusco- “ e enti locali, Regione e Comune. Ma soprattutto a innumerevoli tentativi di prendersi dei meriti che non c’erano, soprattutto da parte dei membri del PD sia a licello comunale che Parlamentare. Ricordo come ben 2 anni fa l’Amministrazione comunale di Pescantina festeggiava per il presunto ottenimento dei 65 milioni
di euro i quali permetteranno di bonififcare il sito di Cà Filissine senza il conferimento di nuovi rifiuti. Puoi dire che i festeggiamenti per i 65 milioni erano prematuri quando si è visto che in realtà ne mancavano 20, che verranno assegnati con questo accordo. Si è fatta troppa politica propagandistica su questo tema, finalmente ora siamo arrivati a cocludere un percorso che servirà a mettere in sicurezza una grave criticità
del nostro territorio”.

 

Print Friendly

Comments are closed.