ACCOGLIENZA Profughi a Pescantina La paura delle mamme

 
4 Kudos
Don't
move!

Questa volta a protestare sono direttamente le mamme, senza giri di parole preoccupate per l’arrivo di un gruppo di profughi in una villa proprio nel cuore di Pescantina, in mezzo a case, parco giochi, scuole e attività commerciali. In particolare una gelateria che nel tempo è diventata punto di ritrovo nei doposcuola. “Non è una questione di razzismo” precisa subito una signora “ma di preoccupazione e di paura” indicando la villa che ospiterà il gruppo di profughi. “Tanti bambini e bambine tornano a casa da scuola passando per questa strada, si sentiranno ancora al sicuro? Io questo dubbio ce l’ho”.

Preoccupazione condivisa da diversi genitori e dal titolare della gelateria “California”: “Noi abbiamo basato la nostra attività sulle famiglie, sui bambini. Abbiamo impostato il locale in modo da non aver persone che parlano male o che disturbano e adesso siamo molto preoccupati. Ci chiediamo cosa faranno queste persone, dove andranno durante il giorno. La preoccupazione è tanta e c’è anche tanto rammarico perché queste decisioni i cittadini sono costretti a subirle, sempre”. “E’ giusto rispettare i bisogni di queste persone in difficoltà” sottolinea un’altra mamma “ma anche noi che viviamo nel territorio dobbiamo essere rispettati. Nessuno ha condiviso con Pescantina questa decisione”.

E dopo il caso di Avesa, nuova protesta della Lega Nord contro l’arrivo di altri profughi sul territorio veronese. “Pescantina è un comune che ha già molti problemi, vedi la discarica” spiega il consigliere comunale Davide Pedrotti. “Gravarlo di un ulteriore problema sapendo che la polizia municipale (tre agenti) non ha la possibilità di operare controlli e di dare sicurezza ai residenti è sbagliato”.

I profughi arriveranno non appena saranno terminati i lavori urgenti di ristrutturazione e manutenzione della villa, richiesti per l’occasione dalla nuova proprietà. E non si esclude per quella data una protesta di piazza.

http://www.tgverona.it/pages/521447/attualita/profughi_a_pescantina_la_paura_delle_mamme.html

Print Friendly